La scatola nera

scatolanera

Ogni volta che la cronaca riporta la notizia di un incidente aereo, resto affascinata dall’affannosa ricerca della scatola nera. Forse anche per quel nome misterioso, “scatola nera”: cosa ci sarà dentro? L’oggetto diviene quasi un Graal dei giorni nostri.

Come tutti sapete, la scatola nera è quell’aggeggio in grado di rivelarci che cosa è andato storto, qual è stato il guasto o l’errore umano che ha portato allo schianto.

E tutte le volte penso che sarebbe bello poter trovare la scatola nera per ogni amore finito e in generale per ogni rapporto umano deteriorato.

– Amore, dove hai messo la scatola nera? Dobbiamo ritrovarla!
– Prova a vedere nel cassetto dei calzini.

Ma no, questa scena immaginata non è verosimile. Perché quando cerchi la scatola nera di un amore finito, già non c’è più nessuno accanto a te a cui chiedere dove sia. Devi trovartela da solo. Com’è giusto.

Ed è un cazzo di lavoro.

La scatola nera

Bilancio del 2015: il primo glorioso anno di Reflussi di coscienza

Gay_flag.svg

Esattamente un anno fa, i primi giorni di gennaio, nasceva questo blog. Ecco qualche statistica sul 2015 di Reflussi di coscienza.

Articoli pubblicati: 27

Giorno con più pubblicazioni: mercoledì (9 articoli). Ho il sospetto che sia per l’imprinting di Topolino!

Giorno con più visualizzazioni: 27 giugno 2015 (4.490). Non a caso, il giorno del Pride.

Articoli più letti:

  1. 5 motivi per cui un etero dovrebbe partecipare al Pride (14.982, con 69 commenti e più di 9.000 condivisioni su Facebook)
  2. Due anni dopo, il matrimonio egualitario in Francia è come la baguette (6.211, con più di 4.000 condivisioni su Facebook)
  3. Le sentinelle in piedi e il nostro diritto alla rabbia

Se siete curiosi, cliccate qui per il report completo.

Grazie a tutti voi che avete letto, commentato e condiviso gli articoli di questo blog. Buon 2016 a tutti coloro che ogni giorno lottano per l’uguaglianza e per un’Italia migliore! Con l’augurio che questo sia l’anno giusto, l’anno in cui finalmente vedremo riconosciuti e rispettati i diritti della comunità LGBT anche nel nostro paese!

Bilancio del 2015: il primo glorioso anno di Reflussi di coscienza