Il meglio della Milano Pride Week 2015

pride mani alzate alice
L’arrivo del corteo a Porta Venezia. (Foto di Alice Redaelli.)

La Pride Week di Milano si è chiusa domenica sera, lasciandoci gioiosi, carichi, estasiati, elettrici, innamorati, colorati, storditi. E pure un po’ stanchi: ché ormai, dopo i 30, le 8 ore di fila passate a ballare e cantare le devi espiare tutte l’indomani.

Ma non ci basta mai. Di Pride ne vorremmo uno al mese e la nostra splendida città, Milano, la vorremmo così tutti i fine settimana: piena di musica, di gente per le strade, di colori, sorrisi, abbracci random con gente che conosci appena di vista.

Gli eventi sono stati talmente tanti che è davvero difficile scegliere i momenti migliori di questa Pride Week. La settimana del Pride, infatti, è durata in realtà ben 9 giorni, con più di 50 eventi in programma: da sabato 20 giugno, con la festa inaugurale presso il Padiglione USA a Expo, fino a domenica 28, con il party di chiusura al Karma.

Provo a mettere giù una breve classifica dei 5 momenti che ho amato di più della Pride Week 2015. Si tratta di scelte personali del tutto opinabili: ben vengano i vostri commenti e le vostre contro-classifiche!

5. La proiezione di Cloudburst allo Spazio Oberdan. Sala strapiena, gente seduta per terra, altre decine di persone rimaste fuori dal cinema. Una bellissima serata, in cui il quartiere di Porta Venezia è stato più vivo che mai.

10612832_910591362312224_457068726522550408_n
Lo Spazio Oberdan sold out per la proiezione di Cloudburst. (Foto di Alice Redaelli.)

4. L’incontro con Claudio Rossi Marcelli alla Casa dei Diritti. Lo adoro perché è un tenerone e, dopo aver chiacchierato un po’ con lui e aver ricevuto una bellissima dedica, lo amo ancora di più!

calaudio rossi marcelli milano pride
Claudio Rossi Marcelli ha presentato il suo ultimo libro, “E il cuore salta un battito”, Mondadori. (Foto di Alice Redaelli.)

3. I messaggi di sostegno da parte di grandi star come Madonna, Mika, Fedez e delle sedi italiane di Twitter e Google. Non si è trattato di messaggi generici in favore dei diritti LGBT, ma di veri e propri endorsement rivolti specificamente a Milano Pride: un gran colpo per la visibilità dell’evento e una bella iniezione di orgoglio per gli organizzatori!

endorsement milano pride
Mika e Fedez con la bandiera di Milano Pride. I messaggi di sostegno di Madonna e Twitter Italia. La delegazione di Google Italia durante il corteo (foto di Alice Redaelli.)

2. La Pride Square. Quest’anno, a causa dell’indisponibilità di piazza Oberdan, non era propriamente una square, ma quasi un intero neighbourhood: da giovedì a sabato via Lecco, via Palazzi e largo Bellintani sono diventati l’epicentro della vita arcobaleno milanese. Bancarelle di cibi e vestiti, gazebo delle associazioni, musica. Grazie alla chiusura del traffico, alcuni bar friendly come il Mono, il Red Café e il Leccomilano hanno finalmente potuto sfoderare i loro dehors. L’atmosfera era gioiosa e rilassata, l’ideale per godersi le serate di fine giugno. Sabato sera il dj set post Pride, a cura di Elle Vegas, ci ha fatto dimenticare la stanchezza dell’afosa marcia pomeridiana facendoci scatenare in pista.

L'affollatissima Pride Square. Foto di Alice Redaelli.
Metti una sera di giugno alla Pride Square. (Foto di Alice Redaelli.)
L'affollato dehors del Mono. Vorrei Milano così tutto l'anno!
L’affollato dehors del Mono. Vorrei che Milano fosse così tutto l’anno!

1. Il corteo. Partecipatissimo, colorato, emozionante, vivacissimo grazie alla presenza di 5 carri. Per la strade di Milano hanno sfilato tra le 100.000 e le 150.000 persone. Tantissimi anche i cittadini etero che hanno voluto dare il loro sostegno alla comunità LGBT. È stato senz’altro il corteo più partecipato nella storia dei Pride milanesi e forse anche il più bello a cui ho preso parte in vita mia (al pari dell’Euro Pride di Roma del 2011, persino più emozionante del Pride di Londra del 2012!). Purtroppo mi sono persa il flash-mob finale (il corteo era davvero lunghissimo ed ero rimasta un po’ indietro), ma mi sono emozionata anche solo a vedere le foto di tutti quei alzati al cielo a sostegno dei diritti LGBT.

La sconfinata folla di Milano Pride vista dal primo carro. Laggiù in fondo ci sono altri 4 carri!
Il corteo di Milano Pride in via Settembrini, immortalato da un punto di vista privilegiato: il primo carro. Laggiù in fondo non si riescono neppure a scorgere gli altri 4 carri, e davanti al primo c’è tutta la testa del corteo. Giusto per darvi un’idea della folla… (Foto di Fabio Galantucci.)
flash mob milano pride 2015
Il flash mob finale: 150.000 sì per il matrimonio egualitario.

Ma, come dicevo, il Pride non ci basta mai. E infatti, per sfuggire alla nostalgia e all’improvviso ritorno alla routine, sono già in partenza per il Pride di Madrid! Ve lo racconterò la prossima settimana!

Annunci
Il meglio della Milano Pride Week 2015

Milano Pride: TUTTI GLI EVENTI!

L’Onda Pride è partita il 6 giugno con i cortei di Pavia, Verona e Benevento. Sabato 13 è stata la volta di Roma: 500.000 persone hanno celebrato la fierezza LGBT e chiesto a gran voce uguali diritti. Il 27 giugno il popolo arcobaleno sfilerà per le strade di Torino, Milano, Bologna, Palermo e Cagliari. Seguiranno, tra luglio e inizio agosto, i Pride di Foggia, Catania, Genova, Napoli e Reggio Calabria, mentre a Perugia è prevista una due giorni di eventi (27 e 28 giugno).

Milano Pride si avvicina e noi non stiamo più nella pelle! Reflussidicoscienza ha l’onore di presentarvi tutti gli eventi della Pride Week.

Foto di Alice Redaelli
Foto di Alice Redaelli

Feste e aperitivi, spettacoli, proiezioni di film, dibattiti e presentazioni di libri, mostre, eventi sportivi, persino una crociera. Ce n’è per tutti i gusti! Gli organizzatori di Milano Pride dimostrano ancora una volta di aver lavorato alacremente nei lunghi e frenetici mesi che precedono la Pride Week. Ai volontari di Milano Pride vanno tutti i nostri complimenti e un grande in bocca al lupo!

Per vostra maggiore comodità, trovate i tantissimi eventi della Pride Week suddivisi per aree tematiche. Dal 20 giugno Milano si colorerà dei colori dell’arcobaleno!

FESTE, SPETTACOLI E APERITIVI

  • 20/6, ore 12-22:30, padiglione USA Expo 2015. Kick off party – Festa di apertura della Pride Week.
  • 20/6, ore 19:30-23:30, Mantova, pontile “Navi Andes”. Rainbow boat – crociera sui laghi di Mantova + cena buffet + animazione drag queen Salamandra Sisters + dj set Fena Voice + special guest Paolo Tuci.
  • 25/6, ore 18-22, Pride Square. Aperitivo di apertura della Pride Square + dj set + Biblioteca dei libri parlanti, ore 18:30-21:30 ,presso lo stand del CIG in via Lecco + Albero dei diritti (installazione collettiva), ore 19:30-23:00.
  • 25/06, ore 19-1:00. Mono Bar. Incorona il tuo orgoglio – Be proud, be safe – Festa di lancio della campagna di raccolta fondi LILA Milano.
  • 25/6, ore19-22, Associazione culturale bQ Bettinellli. Vale tutto! bQurious, bQ: sperimentazioni sul tema del diversità sharing – Aperitivo e happening
  • 25/6, ore 21, Teatro Manzoni. Priscilla la regina del deserto – Spettacolo + dj set.
  • 26/6, ore 10-00:00. Pride Square. Mercatino + aperitivo + dj set + evento “La cura” (Giovani Democratici) + Silent Party by Intellighenzia Electronica – Special guest from Vienna: HUDI.
  • 26/6, ore 19-23:30, Rainbow Cafè. Rainbow Mix Party – IncontroContaminazioniMusica.
  • 26/6, ore 23-4:30, Chiringuito Parco Forlanini. Cool Kids in Honolulu – Japi & LaEmi dj show (Toilet Club).
  • 27/6, ore 12-15, Giardini Indro Montanelli. Picnic Porta Venezia Social district.
  • 27/6, ore 10-00:00, Pride Square. Dalle 10: mercatino. Dopo il corteo, dalle 18 a mezzanotte: dj set + disco club.
  • 27/6, ore 23-4:00, Chiringuito Parco Forlanini. Il battito Erik Deep & LoZelmo dj set (Toilet Club).
  • 28/6, ore 22-3:00, Chiringuito Parco Forlanini. A90 – The Nineties Party – Paolo Tuci & Erik Deep dj set (Toilet Club)

FILM

  • 19/6, ore 20, Casa dei diritti. Il senso di essere una comunità – Proiezione del film Stonewall e dibattito.
  • 21/6, ore 19, Casa dei diritti. Proiezione del docufilm Metamorfosi.
  • 23/6, ore 21, Casa dei diritti. Proiezione del documentario Ci chiamano diversi e dibattito.
  • 24/6, ore 20, Spazio Oberdan. D(i)ritti al cinema – Proiezione del film Cloudburst e aperitivo di benvenuto alla presenza di Philip T. Reeker, Console Generale degli Stati Uniti a Milano.
  • 26/6, ore 21, Casa dei diritti. Proiezione del documentario Global Gay, tratto dal libro di Frédéric Martel + dibattito.

CONVEGNI E PRESENTAZIONI DI LIBRI

  • 20/6, ore 15, Casa dei diritti. Cure inutili per malattie immaginarie – Terapie riparative: conoscerle per combatterle.
  • 21/6, ore 15:30, Casa dei diritti. Per un Islam inclusivo nei confronti di omosessuali e transessuali.
  • 22/6, ore 18. Casa dei diritti. Le famiglie omogenitoriali in Italia – Relazioni familiari e diritti dei figli (presentazione del libro a cura di Paola Bastianoni e Chiara Baiamonte).
  • 22/6, ore 18:30, Libreria Tadino. Omofobia, bullismo e linguaggio giovanile (presentazione del libro di Dario Accolla).
  • 22/6, ore 21, Libreria Tadino. Baci e pedali (presentazione del libro di Renata La Greca).
  • 23/6, ore 18, Casa dei diritti. Turismo e temi LGBT – Prospettive culturali, civili ed economiche di un settore in evoluzione.
  • 23/6, ore 20, associazione Alveare. Diritti LGBTI for dummier – Guida pratica ai diritti che non sapevi di avere. Special guest: Platinette.
  • 23/6, ore 21. Libreria Tadino. La vita sessuale dei nostri antenati (presentazione del libro di Bianca Pitzorno).
  • 24/6, ore 18, Libreria dei ragazzi. E vissero felici e contenti – Gli adolescenti LGBT nella narrativa contemporanea.
  • 24/6, ore 18, Casa dei diritti. Il nostro viaggio – Odissea nei diritti LGBT (presentazione del libro di Matteo Winkler e Gabriele Strazio).
  • 24/6, ore 20:30, Casa delle associazioni. Donne + donne – Prima, attraverso e dopo il Pride – presentazione del libro di Roberta Di Bella, Romina Pistone e Liva Alga.
  • 24/6, ore 21, Libreria Claudiana. Tutta un’altra storia – L’omosessualità dall’antichità al secondo dopoguerra (presentazione del libro di Giovanni Dall’Orto e dibattito con Stefano Bolognini, direttore di “Pride”).
  • 24/6, ore 21, CIG Arcigay Milano. Centro América diferente – Promozione dei diritti LGBTI – dibattito.
  • 25/6, ore 9:30, Casa dei diritti. Convegno convegno – Transessualità e lavoro.
  • 25/6, ore 18, Camera del Lavoro. Diritti al lavoro – Convegno nazionale organizzato da Cgil, Uil, Arcigay, Arcilesbica, Rete Lenford, Ala, Università degli Studi di Milano.
  • 25/6, ore 18, Casa dei diritti. Le persone trans si raccontano – Variabilità di genere, cultura e autocoscienza.
  • 25/6, ore 20, Casa dei diritti. E il cuore salta un battito (presentazione del libro di Claudio Rossi Marcelli).
  • 25/6, ore 21, Casa delle donne. Chi legge chi scrive? Tre autrici milanesi e i loro percorsi di lettura e di ricerca di sé.
  • 26/6, ore 18, Casa dei diritti. Diritti in marcia – L’azione degli avvocati per il riconoscimento dei diritti LGBTI.
  • 26/6, ore 18:30, Casa delle donne. Storie di (stra)ordinaria visibilità – Le lesbiche esistono, eccome.
  • 26/6, ore 19, Associazione Enzo Tortora Radicali Milano. Temi LGBT nella comunicazione dei media – Tra passato, presente e future evoluzioni.
  • 26/6, ore 20, Pride Square. A quattr’occhi con la Prep – La pillola per prevenire l’HIV? – Spazio di informazione e confronto sull’ultima novità nella prevenzione dell’HIV.
  • 26/6, ore 21, Libreria Tadino. Tutta un’altra storia – L’omosessualità dall’antichità al secondo dopoguerra (presentazione del libro di Giovanni Dall’Orto, con Gabriele Strazio).
  • 28/6, ore 18:30, CIG Arcigay Milano. Una donna, una mamma, una lesbica – Veronica di “Fuorilogo” si racconta al Gruppo Donna.
  • 28/6, ore 19, Casa dei diritti. T’innamorerai senza pensare (presentazione del libro di Francesca Vecchioni).

ARTE

  • 20/6, ore 9, Palazzo Reale. Omogirando – Visita guidata gay friendly alla scoperta della mostra “Leonardo da Vinci 1452-1519″ (prenotazione obbligatoria).
  • Dal 17 al 27 giugno, Spazio m’Arte. Arte, cibo per la mente – Mostra sul tema dei diritti e del rispetto delle diversità oltre ogni genere. Venerdì 26 dj set ore 18-22.
  • 24/6, ore 18-23:45, Leccomilano. Inaugurazione della mostra personale di Naki in collaborazione con Protopapa.
  • 26/6, ore 18, City Art. Inaugurazione Mail Art Exhibition – Mostra di mail art di 127 artisti da 24 paesi a sostegno dei diritti LGBTI (fino al 4 luglio).

SPORT

  • 28/6, ore 14-22, Quanta Sport Village. Milano Pride Open 2015Evento sportivo collettivo con tornei di tennis e beach volley, pedalata nel Parco delle Groane, flash lessons all’aperto di taekwondo + aperitivo finale.

Contatti Milano Pride: sito ufficialeFacebook – Twitter

Milano Pride: TUTTI GLI EVENTI!