Il video di ProVita diffonde odio e falsità: ma mentire non è peccato?

L’associazione ProVita – sempre molto attiva nel cercare di rovinare quella altrui – ha lanciato una petizione contro l’insegnamento della fantomatica “teoria del gender” nelle scuole. Di questa assurda e inesistente teoria ho già parlato qui, elencando le falsità dei cattotalebani sulla comunità LGBT.

La petizione è accompagnata da un video – francamente brutto, oltre che menzognero – che in pochi secondi riesce a mettere in fila uno dopo l’altro una serie di stereotipi su omosessuali e transessuali. Un giovane uomo, intento a cazzeggiare davanti alla TV, viene bruscamente interrotto dall’arrivo della moglie e del figlio, sconvolto – a quanto pare – dalla lezione “gender” a cui ha assistito a scuola. L’uomo, di colpo tramutatosi in un attento educatore della prole, chiede spiegazioni alla donna e lei – ravanando nella borsa per un tempo interminabile, forse alla ricerca di quei neuroni che devono esserle caduti da qualche parte – dà inizio alla sagra dello stereotipo e della menzogna. Ma per un buon cattolico mentire non dovrebbe essere peccato?

Il video lo trovate qui, ma personalmente ne sconsiglio la visione ai deboli di stomaco.

screenshot video2

A questo ennesimo exploit omofobo dei cattotalebani, le associazioni LGBT – soprattutto quelle che operano attivamente nelle scuole – hanno il dovere di rispondere subito e in modo fermo.

Tutte queste falsità, tutto quest’odio vanno contrastati. Senza se e senza ma. La “teoria del gender” non esiste: è stata inventata dalle associazioni omofobe (Manif Homophobie pour tous, Sentinelle in piedi ecc.) per contrastare i progetti educativi in cui si parla di omosessualità, bullismo omofobico, rispetto per le differenze. E sì, anche di sessualità, ma sempre in modo consono al contesto e all’età degli studenti: non parliamo di sesso alle elementari (anzi, non ci entriamo neanche alle elementari!), come non parliamo di sesso alle medie, a meno che non siano gli studenti a fare domande specifiche. Capita invece di parlarne nelle scuole superiori, ricordando sempre l’importanza di usare il preservativo.

Non andiamo certo a dire ai bambini che possono fare sesso fin da piccoli, come invece insinua lo scandaloso video di ProVita, e non mostriamo loro immagini che possano turbarli. Spieghiamo loro, invece, che sì, “tutti gli orientamenti sessuali vanno bene”: e questa è l’unica cosa vera che viene detta nel video. Perché mai un orientamento o l’altro non dovrebbero andar bene, visto che sono tutti varianti naturali della sessualità umana?

È sufficiente dire ai vostri figli che anche i gay esistono per sconvolgervi? Perché dovete sapere che i bambini non restano affatto sconvolti quando scoprono le diversità, che siano differenze etniche o di orientamento sessuale: è quando iniziano a diventare più grandi, quando hanno ormai introiettato i falsi stereotipi della vostra cattiva educazione e il vostro pessimo esempio, che diventano intolleranti. Piccoli omofobi crescono: non ci nascono.

Volete crescerli così i vostri figli, dicendo loro che solo l’eterosessualità è moralmente accettabile? E se fossero omosessuali, volete farne dei repressi pieni di sensi di colpa e tic nevrotici? Bene, fatelo pure: ma non pretendete di imporre la vostra visione del mondo limitata e distorta nella scuola pubblica! Vivete e crepate da omofobi ma lasciateci vivere liberi di essere quello che siamo.

E se volete negare questa libertà ai vostri figli, sappiate che state facendo solo il loro male.

Tra l’altro, uno studio ha dimostrato che gli omofobi vivono circa due anni meno rispetto alle persone “normali” (perché si sa: l’omofobia non esiste in natura, esiste solo nella specie umana, quindi non è normale). Non so se sia vero o meno, ma un po’ ci spero.

Annunci
Il video di ProVita diffonde odio e falsità: ma mentire non è peccato?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...